Gary McKinnon Torna a parlare di agenti non terrestri

Gary McKinnon

Gary McKinnon e le nuove rivelazioni di agenti non terrestri

Gary McKinnon è un controverso e ambiguo personaggio cospirativo di cui molte persone con un profondo interesse per gli UFO hanno sicuramente sentito parlare. 

All’inizio degli anni 2000, ha osato fare qualcosa di estremamente coraggioso e pericoloso allo stesso tempo. In effetti, egli è uno dei pochi ad essere riuscito a hackerare i sistemi informatici di varie organizzazioni governative statunitensi.

Perché McKinnon ha deciso di intraprendere un simile attacco informatico? Egli era convinto di poter accedere ad alcuni documenti altamente riservati e segretati da parte del governo statunitense riguardanti il fenomeno UFO e la questione extraterrestre.

Gary McKinnon
Gary McKinnon

Questa sua pericolosa indagine non ha prodotto quei risultati da lui sperati. In effetti, McKinnon si trovò nel bel mezzo di quello che per lui sì trasformò in un terribile incubo da cui era assolutamente impossibile sfuggire.Il giornalista Jon Ronson ha così dichiarato: “Ciò che Gary stava cercando di fare è stabilire un contatto con amministratori di rete di alto livello del governo degli Stati Uniti e vertici militari che non avevano avuto il coraggio di prendere tale iniziativa.

 “Sebbene McKinnon vivesse nel Regno Unito, il governo degli Stati Uniti tentò ripetutamente di ottenere la sua estradizione per essere processato e scontare una pena detentiva per aver provocato danni significativi ad alcuni dei sistemi informatici a cui era riuscito ad avere accesso .

 Proprio per questo motivo,McKinnon ha rischiato di trascorrere diversi decenni in qualche segreta prigione americana. Fortunatamente per lui, nulla di tutto questo è avvenuto. Ironia della sorte, data la difficile situazione in cui sì trova oggi McKinnon , egli afferma di aver scoperto pochissimi e importanti documenti che avrebbero potuto infastidire il governo degli Stati Uniti. Egli ammette comunque di aver trovato una strana foto all’interno degli uffici del Johnson Space Center alla quale era allegato un misterioso elenco di strani nominativi.

 Nel 2003, McKinnon si confidò con Matthew Williams, un ex dipendente dell’agenzia Customs & Excive:”Probabilmente ho visto quello che a mio avviso sembrava l’emisfero terrestre seminascosto dalle nuvole. Successivamente,una strana struttura iniziò a materializzarsi rivelando il corpo di quello che originariamente sembrava un semplice satellite. Poi, quando l’immagine divenne più nitida, mi resi conto di aver scoperto qualcosa di veramente insolito.

Loading...

L’oggetto era privo di saldature, rivetti, sistemi telemetrici o antenne. Proprio in quel preciso istante notai come il mio mouse iniziò a muoversi autonomamente sullo schermo per poi abbassarsi nella parte inferiore dello stesso. Quindi,il mouse cliccò sull’icona della rete locale per poi chiudere definitivamente il collegamento con il server della NASA. “McKinnon non solo vide una strana immagine sullo schermo, ma trovò anche uno strano foglio di calcolo Excel chiamato

“Non Terrestrial Of icers ” (NTO).È proprio questa parte della saga di McKinnon che ha suscitato molte polemiche. McKinnon ha così affermato circa la sua attività di hacking: “Ciò non significa che tali oggetti siano pilotati da piccoli omini verdi.

Probabilmente sono controllati da agenti che non appartengono alla Terra. Ho scoperto anche un elenco di strani trasferimenti di materiali verso una flotta principale e un elenco di nomi di navi spaziali. Osservando meglio tali oggetti mi resi conto che non erano navi della Marina americana. Quello che ho visto mi ha fatto credere che l’esercito americano stesse allestendo un battaglionesegreto nello spazio.

 ” Tutto ciò ci porta alla domanda molto popolare nei campi dell’ufologia e della teoria della cospirazione: esiste davvero un “segreto programma spaziale?”.Richard Dolan, ufologo e autore, ha cosìdichiarato: “Nel corso degli anni ho incontrato molte persone serie che mi hanno confidato l’esistenza di un programma ultra segreto. Volete sapere se ci sono davvero delle segrete basi sull’altro lato della luna? Non lo so, anche se non posso escluderlo con assoluta certezza. “Il giornalista Nick Redfern sembra particolarmente scettico su queste incredibili rivelazioni:”Cosa penso di tutto questo? Ammetto di avere difficoltà a credere che una sorta di agenzia segreta possa svolgere regolari missioni sulla Luna e su Marte . Sembra tutto così incredibile. D’altra parte, se fosse dimostrato, devo ammettere che non ne rimarrei troppo sorpreso. Sono poche le cose che mi sorprendono in questo folle mondo di oggi.

Voglio sottolineare, tuttavia, che i fautori di questa teoria hanno raccontato così tante idiozie che la maggior parte di questa controversia è diventata completamente ridicola e patetica. Potrebbe anche esistere un segreto programma spaziale , anche se i dati attuali sembrano suggerire l’esistenza di un progetto così altamente classificato.” Alcuni preferiscono fornire altre spiegazioni. 

In un articolo pubblicato nel 2010 intitolato “Che cosa ha scoperto davvero Mc Kinnon? “Alejandro Rojas ha così scritto :”Alcuni di questi documenti parlano di trasferimenti da nave a nave , nonostante che Mc Kinnon avesse affermato di non ricordare i nomi di tali navi”. McKinnon affermò così al The Guardian: ‘All’epoca fumavo molte droghe e queste non fanno bene all’intelletto“.

loading...
loading...
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close