I misteri del pozzo più profondo del Mondo

I misteri del pozzo più profondo del Mondo

Conoscere i segreti nascosti della Terra è stato l’obiettivo dell’umanità per molti anni. È così che è nato il progetto Kola Superdeep Borehole . Un progetto per indagare il pozzo più profondo del mondo.

Nel secolo scorso è iniziata una competizione che ha paralizzato il mondo, così come la corsa allo spazio sulla via della Luna. Gli Stati Uniti e l’ex Unione Sovietica volevano mostrare quanto fossero tecnologicamente avanzati , quindi si sono anche posti un obiettivo all’interno dei nostri confini terrestri. Questa gara consisteva nel sapere di più sul nostro pianeta e su ciò che era nascosto sotto la nostra superficie. Andando più in profondità di quanto chiunque altro fosse mai andato. Fu così che nacque il progetto Kola Superdeep Borehole , il pozzo più profondo della Terra.

Accesso alle profondità della Terra

I misteri del pozzo più profondo del Mondo

Sono passati decenni da quando l’Unione Sovietica ha iniziato a praticare diversi fori nella penisola di Kola in Russia.

Queste trivellazioni sono state di grande aiuto per imparare molto di più sulla geologia della Terra e, se a ciò possiamo aggiungere la registrazione di aver avuto accesso al punto più profondo del pianeta , molto meglio. Avevano viaggiato per più di 12 chilometri nelle profondità della Terra .

L’obiettivo principale dello scavo era quello di studiare in dettaglio il mantello terrestre, che si trova a una distanza di 3000 chilometri . Per accedere a questa sezione del pianeta è stato necessario superare i primi 30 o 50 chilometri di crosta .

L’idea principale era creare un pozzo principale con rami diversi. Pertanto, tale perforazione diventerebbe il pozzo più profondo del pianeta . È iniziato nel 1970 e si sarebbe concluso nel 1989 con una profondità di 12.262 metri .

Per raggiungere quella cifra, hanno dovuto usare un trapano che estraeva il materiale mentre si faceva strada.

La perforazione deve essere terminata perché gli esperti hanno registrato temperature fino a 180 gradi Celsius. Le macchine che i geologi stavano usando avevano cominciato a sciogliersi, in ogni senso letterale della parola.

I reperti sotto la Terra

Nel 1993, si stima che raggiungesse i 15 chilometri di profondità. Tuttavia, con il passare degli anni e la caduta dell’Unione Sovietica, il progetto è stato abbandonato fino ad essere attualmente in rovina.

Quello che hanno trovato invece era una roccia fratturata con acqua che non proveniva dalla superficie. Il che indica che sotto la superficie ci sono sorgenti d’acqua naturali .

Hanno anche trovato organismi microscopici fossilizzati che erano stati nelle rocce per almeno due miliardi di anni . D’altra parte, ea causa della grande profondità raggiunta in questo buco, si intrecciavano diverse leggende paranormali tra cui una in particolare narrava che dall’interno del Pozzo superprofondo di Kola si udivano grida e urla, arrivando addirittura ad affermare che i suoni erano i lamenti delle anime che stavano pagando la loro penitenza all’inferno. Una bufala che ancora oggi molti considerano vera e sono addirittura alla base di alcune sette e religioni.

Non c’è dubbio che questo progetto abbia stupito e sorpreso il mondo intero. Il buco di Kola, il pozzo più profondo del pianeta, è ora conosciuto come “l’ingresso agli inferi”. Cosa sarebbe successo se avessero scavato più a fondo?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui