Il Misterioso disco di Festos: contiene un messaggio vecchio di 3.700 anni

Il Misterioso disco di Festos: contiene un messaggio vecchio di 3.700 anni

Un giorno del mese di luglio 1908, l’archeologo italiano Luigi Bernir stava dirigendo uno scavo nei resti del palazzo di Festo. Stava per finire la sua giornata quando un lavoratore gli disse pieno di emozione che aveva trovato qualcosa di incredibile. Quando l’italiano ha visto di cosa si trattava, era senza parole … era un disco vecchio di mille anni. Il disco di Festos.

Da allora diversi esperti e dilettanti hanno “tradotto” i segni sostenendo che si trattava di una preghiera, un contratto, un calendario religioso e persino un registro della flotta che i minoici avevano nel Mar Egeo.

Il Disc of Phaestos è una sfida al ragionamento, un codice irrisolto, che offrirà a chiunque sia in grado di decifrarlo una conoscenza ineguagliabile di uno dei periodi più mitici della storia della Grecia: il periodo minoico … o potrebbe non essere nemmeno minoico o di origine, tale è l’enigma che pone la discoteca .. Insieme con la stele di Rosetta e Cerigotto meccanismo, il disco di Festo fa parte del pantheon dei grandi enigmi dell’antichità.

Il disco di Festos (o di Festo) è una curiosa scoperta archeologica della fine dell’età del bronzo. Fu scoperto il 15 luglio 1908 dall’archeologo italiano Luigi Pernier nello scavo di un palazzo minoico a Festo, vicino a Hagia Triada, nel sud di Creta. Lo scopo dell’uso e il luogo in cui è stato costruito non sono ancora stati determinati, il che ha reso questo oggetto uno dei più famosi misteri dell’archeologia. Attualmente è nel Museo Herakleion a Creta (Grecia).

Alcuni archeologi presumono che la scrittura del disco di Festos sia minoica, ma non è né la lineare A né la lineare B. Circa 10 segni del disco sono simili ai segni della scrittura lineare. Per questo motivo, altri specialisti attribuiscono ad essa un’origine non cretese. Ad esempio, secondo la “teoria proto-ionica”, il disco sarebbe il lavoro di un popolo delle Cicladi.

Una delle cose che rende il disco di Phaestos un pezzo unico è il fatto che i personaggi che appaiono sul disco non sono disegni ma impressioni realizzate con qualche tipo di timbro o timbro, con cui per scopi pratici potremmo dire che È uno dei primi documenti stampati nella storia. Il Dr. Brekle, professore di linguistica in Germania, dice di questo:

Il Misterioso disco di Festos: contiene un messaggio vecchio di 3.700 anni
Il Misterioso disco di Festos: contiene un messaggio vecchio di 3.700 anni

“Una chiara incidenza precoce per la realizzazione del principio tipografico è il famigerato disco di Festos (attorno al 1800-1600 aC). Se il disco è, come si suppone, una rappresentazione testuale, stiamo effettivamente trattando un testo stampato che soddisfa tutti i criteri di definizione del principio tipografico. La sequenza a spirale delle unità grafiche, il fatto che siano stampate su un disco di argilla (impressione cieca) e non stampate, sono semplicemente possibili varianti tecnologiche della rappresentazione testuale. i “tipi” di materiali sono stati testati ripetutamente sul disco di argilla “.

Loading...

Per tutto il XX secolo ci sono stati numerosi tentativi di decifrare il contenuto del disco, in cui si possono vedere 61 parole, 30 su un lato e 31 sull’altro, in una sequenza di stampa a spirale il cui significato è sconosciuto.

Esso ha considerato tutti i tipi di ipotesi circa il suo contenuto, da pregarias religiosi ai soldati di inventario, attraverso epiche e tutti i tipi di teorie, così come gli archeologi relative disco con gli alieni, o fondatori miti culture piuttosto strani

loading...
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...
Close