La civiltà aliena che si trova nei dintorni del sistema stellare Zeta Reticuli

La civiltà aliena che si trova nei dintorni del sistema stellare Zeta Reticuli

Quando si parla di razze aliene  pensiamo subito a quelle foto di ”grigi” che Intenzionalmente sono state diffuse in rete con lo scopo di far conoscere una realtà segretata con lo scopo di proteggere la razza Umana da civiltà extraterrestri con dei scopi poco chiari nei nostri confronti.   Questo è quanto comprovato da un documento ”debriefing” declassificato dove sono menzionate senza mezzi termini le ”Extraterrestrial Biological Entities” e il relativo programma di scambio USA-Zeta Reticuli per il raggiungimento del loro pianeta che vide la genesi alla metà degli anni ’40 e si protrasse sino agli anni 60/70.

La civiltà aliena che si trova nei dintorni del sistema stellare Zeta Reticuli
La civiltà aliena che si trova nei dintorni del sistema stellare Zeta Reticuli

La missione ha coinvolto un team di 12 astronauti appartenenti a reparti militari segreti e insoliti. Anonimo, la gola profonda sostenuta da Victor Martinez, rivelò che il contingente speciale fu scelto secondo dei dictat e dei parametri ferrei e singolari: i membri del team non dovevano avere mogli, né figli e il minimo di legami affettivi.

Questa era la regola, la norma, intransigente! In ultima analisi dovevano essere cancellati dal sistema militare. Ma secondo la fonte vi erano anche due donne, un medico e una linguista. Il Governo degli Stati Uniti riuscì a ottenere le informazioni grazie a un’entità bio-cibernetica sopravvissuta allo schianto di Roswell nel 1947 e ad avviare tutta una serie di trattati diplomatici con quella che poi fu ribattezzata la razza degli EBEN.

Gli astronauti trascorsero sul loro pianeta un periodo di tempo equivalente a circa 10 anni terrestri riuscendo ad acquisire molte informazioni sullo stile di vita e sul passato della loro razza.

Appresero che gli Eben erano parte di un’unica specie aliena, molti di questi si estinsero in seguito a olocausti nucleari e guerre causate da una seconda razza ostile.

La maggior parte dei militari morì sul pianeta alieno in quanto assorbì radiazioni mortali, pochi riuscirono a fare ritorno sulla Terra e far trapelare in anonimato su alcuni siti legati all” Intelligence i dettagli della missione, compresa una serie di foto di alcune ”EBEN” e una strana forma di scrittura aliena… Gli americani sopravvissuti furono posti in quarantena all’interno di varie installazioni militari.

Loading...

La missione sopra menzionata era da ricollegarsi al progetto “Crystal Knight” (nome originale del Progetto Serpo- n.d.a.), parte di un programma spaziale classificato e originale di matrice USA in cui piloti militari furono selezionati come astronauti ”non esistenti”. Tuttavia il programma fu classificato “Top Secret” e rimosso dai libri di storia astronautica a causa del coinvolgimento di Entità Biologiche Extraterrestri (EBEN) e di decine di altre tipologie differenti.
Ma una voce apparentemente fuori dal coro fu chiamata in causa come ”persona” informata dei fatti: si dice che fu a conoscenza di questo progetto, il più segreto della storia dell’umanità e che addirittura ne firmò un’approvazione scritta con la dicitura che rimandava al programma di interscambio umani-alieni. Costui era Carl Sagan, autore nel 1985 del bestseller letterario”Contact”.

via www.rivelazioniet.it

loading...
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...
Close