La connessione aliena del Popolo delle Stelle

La connessione aliena del Popolo delle Stelle

Un ragazzo Indiano di nome Tom racconta del suo incredibile incontro che gli ha cambiato definitivamente la vita mentre andava a scuola.
È una mattina d’inverno e un giovane indiano della tribù dei piedi neri di nome Tom si sta recando a scuola, quando all’improvviso viene fermato lungo la strada da uno degli anziani della sua tribù, un membro che i bambini chiamano “Vecchio Lupo” .
L’anziano vuole raccontargli di strani esseri che visitano spesso la collina sacra lasciando sul terreno delle piccole impronte simili a quelle lasciate dai bambini.

L’anziano gli confida che queste sono le impronte lasciate dai rappresentanti del popolo delle stelle. Passeggiando per i boschi, l’anziano e il giovane studente iniziano a a seguire le piccole impronte per circa due miglia fino a raggiungere una grande radura sul fianco della montagna.
A questo punto decidono di mettersi dietro una grande roccia da dove osservare meglio le piccole impronte che portano direttamente a un cerchio vuoto ricavato nella neve. Il vecchio indiano spiega al ragazzo che il cerchio è stato creato da una nave stellare atterrata proprio in quel luogo e che questi esseri continuano a sbarcare sulla Terra da migliaia di anni.

La connessione aliena del Popolo delle Stelle

Incuriosito il ragazzo inizia a scansionare la zona, sperando di vedere questi misteriosi visitatori. Mentre il vecchio sta raccontando a Tom la leggenda del popolo delle Stelle, il ragazzo scorge improvvisamente qualcosa di molto strano con la coda dell’occhio.

Dopo aver alzato lo sguardo Tom vede un grande disco che si muove alto nel cielo, fino a quando, con la stessa rapidità con cui è apparso, il disco scompare definitivamente dalla vista.
Tom è stato portato in quel luogo Sacro per essere presentato a qualcosa che i membri della sua tribù hanno vissuto per secoli?
Il folklore dei nativi americani è pieno di storie di incontri ultraterreni con visitatori interstellari, comunemente chiamati “Spiriti Evoluti “.
Il MUFON ha voluto studiare l’esperienza vissuta da Tom e dal vecchio indiano rivelando che queste storie non sono solo leggende antiche.
Ma perché i nativi americani sono particolarmente esposti a queste ipotetiche attività extraterrestri?
Il MUFON ha voluto aprire i suoni archivi per fornire la risposta a questo interrogativo. Il Mutual UFO Network, noto come MUFON, è un’organizzazione indipendente non legata a nessun governo.


I suoi membri indagano sulle numerose segnalazioni di avvistamenti UFO provenienti da tutto il mondo. Negli ultimi cinque decenni, gli esperti hanno raccolto più di 70.000 segnalazioni tuttora archiviate in un luogo sicuro noto come Hangar 1. Ora i vertici del MUFON hanno deciso di concedere l’accesso al loro vasto archivio. I nativi americani hanno una lunga storia di incontri con gli UFO, raffigurandoli persino negli antichi dipinti rupestri come scudi volanti o divinità alate spesso rappresentate in molti dei loro luoghi sacri.
Ancora oggi, questi disegni rupestri sono piuttosto sorprendenti anche perché molte di queste antiche raffigurazioni si trovano nel Canyon di Sego, nello Utah, e risalgono addirittura a 5.000 anni fa.
Di seguito sono riportate le parole di un nativo americano:
“mi chiamo Alan Tafoya e sono un appartenente della tribù di Jicarilla Apache. Mio padre, quando era vivo, mi portò in quelle grotte ove ebbi modo di apprezzare degli antichi disegni. Il modo in cui i disegni erano stati creati sembra come se qualcuno avesse voluto rappresentare la Terra e le persone dall’alto, per cui è molto chiaro che anticamente i cieli della riserva erano sorvolati da oggetti volanti provenienti da altri mondi .
A quei tempi i Jicarillas non li chiamavano UFO o dischi volanti ma viaggiatori appartenenti al Popolo delle Stelle. Possiamo davvero trovare una connessione tra le pitture rupestri e il reale contatto con Entità extraterrestri?
Qui di seguito viene riportato un altro interessante racconto.
Il 30 gennaio 2009 la cena di una famiglia viene interrotta quando qualcosa fuori dall’ordinario appare nel cielo sopra il loro ranch.
Un’anziana coppia Navajo e la loro nipotina stanno cenando quando notano una strana luce pulsare in lontananza. Incuriosita la ragazzina corre alla finestra per vedere cosa stesse succedendo. Allarmata la ragazzina nota che la luce non solo si avvicina ma sembra voler scendere proprio vicino al ranch.
Preoccupato, il nonno raggiunge immediatamente la nipotina alla finestra senza farsi prendere dalla paura o confusione ma da una totale tranquillità e gioia .
Secondo quanto riferito dalla famiglia, un oggetto a forma di disco è stato visto aleggiare nel cielo per poi atterrare proprio vicino al loro ranch.
Una volta che l’imbarcazione aliena atterra vicino al ranch tutto l’evento diventa molto più strano. Le luci del velivolo si spengono, e poi qualche istante dopo, un gruppo di quattro o sei entità umanoidi a misura di bambino iniziano a lasciare il velivolo. Ognuna di loro ha una sorta di dispositivo simile a una torcia.
Queste torce sembrano essere collegate alle mani delle creature, e ognuna emette una luminosità unica nel suo genere. A questo punto i raggi multicolori vanno a illuminare i vicini boschi.proiettando in linea retta un fascio di luce più simile a un puntatore laser.
Subito dopo, la famiglia nota queste strane entità aggirarsi intorno alla loro casa, come se volessero esplorare la dependance o cercare qualcosa.
Di fronte a questa scena la ragazzina si spaventa e suo nonno gli appoggia la mano sulla spalla, come se nulla di strano stesse succedendo fuori dalla porta di casa. Con fare deciso, l’anziano uomo Navajo va alla porta e senza esitazione lascia la casa, dirigendosi diritto verso le strane entità.
Una volta uscito all’esterno il nonno sembra comunicare in qualche modo con questi strani esseri. Non solo l’anziano Navajo appare totalmente tranquillo ma addirittura ciò che sta vivendo sembra quasi naturale come se esperienze simili fossero state già vissute .
Non credo che mi sentirei a mio agio avvicinandomi ad un alieno con il solo scopo di fare una chiacchierata.
Tornando a questa storia, dopo qualche istante, gli alieni si allontanano e iniziano a rientrare nella loro navicella che sparisce un attimo prima che il nonno varchi la soglia di casa. Sembra che questa non e’ la prima volta che il nonno si incontra e comunica con questi misteriosi visitatori.
Il fatto che il nonno non sembrava essere infastidito da questo evento straordinario, mi fa vedere in questo una maggiore comprensione sulla vera natura di questi Esseri i quali vengono visti come qualcosa di benevolo e innocente per gli Esseri umani.

Il fisico che ha previsto un primo contatto extraterrestre

Ciò significa che il loro coinvolgimento con la nostra tribù è estremamente intimo. I rappresentanti del popolo delle Stelle sono esseri provenienti da altre galassie e dimensioni da dove ci osservano e ci guidano.
Molti nativi americani credono che siano i nostri antenati. È sorta una certa fiducia tra i nativi americani e il popolo stellare per cui vi è la convinzione che i nativi americani possano discendere da questi viaggiatori Interstellari.
Questa i è una delle ragioni per cui tanti UFO vengono visti sulla terra dei nativi americani? Probabilmente questi UFO frequentano queste terre indiane solo per infondere sicurezza da eventuali forze nemiche.
Perché succedono cose strane quando l’esercito americano cerca di investigare sugli UFO avvistati nelle terre tribali?
Basta ricordare quando il giorno dopo l’ultimo avvistamento UFO, un elicottero fu visto sorvolare lentamente la riserva .
I testimoni che sono riusciti a notare l’elicottero dicono che era privo di insegne, completamente scuro e dall’aspetto militare.
Molti membri della tribù si chiedono ancora perché stava volando proprio sopra la riserva di Butte di Satana, dove gli UFO vengono visti spesso.
A meno che non ci sia un’emergenza, l’esercito americano non ha il diritto di atterrare sulle riserve indiane. Probabilmente gli UFO cercano rifugio sulla Terra in attesa del grande giorno. Le relazioni del MUFON rivelano una lunga storia di strani incontri nelle terre degli Indiani .
Il folklore dei nativi americani suggerisce che esiste una connessione ancestrale con esseri interstellari che chiamano spiriti degli antichi Avi.
I visitatori delle stelle potrebbero essere attratti dalle terre tribali per altri motivi?

loading...
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...
Close