Nell’Artico è in corso una guerra extraterrestre

Nell’Artico è in corso una guerra extraterrestre

In più di un’occasione le fotocamere satellitari di Google Earth sono riuscite a fotografare strani oggetti volanti che in alcun modo si adattavano al paesaggio circostante soprattutto quando venivano immortalate le vaste e desolate distese artiche.

La vita al di fuori del pianeta Terra continua a rimanere un grande mistero per l’umanità, e sebbene che ancora nessuno sia stato in grado di determinarne l’esistenza aliena, sono pochissimi quelli che non credono che esistano altri mondi con civiltà molto più avanzate della nostra. Nonostante che dei contatti alieni non fossero mai stati esternalizzati formalmente, una potenza mondiale come l’ex Unione Sovietica ha già scelto nel 1989 di arruolare 20 persone su un totale di 30.000 tutte dotate di abilità molto speciali, con lo scopo di provare a relazionarsi con esseri extraterrestri.

Un sospetto “dispositivo extraterrestre” è stato osservato il 4 agosto di quest’anno mentre entrava nell’atmosfera terrestre nella regione autonoma di Khanty-Mansi, nella Siberia occidentale. Lo stesso oggetto è stato visto il 7 agosto mentre fluttuava nei cieli delle Filippine. Molti ufologi sono convinti che l’oggetto in questione fosse diretto verso il Circolo Polare Artico ove sarebbe sprofondato nel Mare della Groenlandia con una forza sufficiente a provocare un terremoto di magnitudo 5.8.

Il Cremlino suggerisce che gli Stati Uniti e il mondo intero dovrebbero avere cose molto più importanti di cui preoccuparsi, e ciò è dovuto al declino dell’aeronautica statunitense nel voler riprodurre invano dei “dispositivi interdimensionali”, quelli che comunemente chiamiamo UFO. Molti di questi oggetti volanti si nasconderebbero proprio tra le gelide viscere dell’Antartide e dell’Artico dove verrebbero attentamente monitorati da una complessa rete satellitare gestita dai militari statunitensi.

Molte di queste basi segrete sono state costruite dai nazisti durante la seconda guerra mondiale con lo scopo di testare innovative armi e velivoli poco convenzionali destinati a sovvertire l’esito del devastante conflitto e ottenere la massima supremazia nei cieli dell’intero pianeta Terra .

loading...

Altre segrete basi sono gestite dai militari statunitensi che in qualche modo modo sarebbero riusciti ad entrare in contatto con delle tecnologie non terrestri rimaste sepolte per millenni sotto le calotte polari e che gradualmente stanno venendo alla luce per via del progressivo scioglimento dei ghiacci perenni tra i quali si nasconderebbero antiche forme di vita extraterrestre che se risvegliate, potrebbero rappresentare una seria minaccia per l’umanità . – novembre 02, 2018

Related Post

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *